Sabato 14 Marzo – Villa Borgese

Retake Rome wagon is steaming ahead

Sabato mattina del 14 Marzo, più di 200 abitanti di Roma ( indifferentemente giovani e non) si sono riversati a Villa Borghese per partecipare alla prima maratona di pulizia del “Retake Rome-Riprendiamoci Roma”, per la città, tutti a rimuovere scritte vandaliche e scarabocchi che continuano a deturpare il parco recentemente restaurato e le sue vicinanze. L’iniziativa di gente comune denominata “Retake Rome-Riprendiamoci Roma”, sposata dall’Associazione delle Donne Americane a Roma, è stata promossa dalla Fondazione Giuseppe Garibaldi per incoraggiare i cittadini  ( indistintamente giovani e vecchi, romani e stranieri), ad intraprendere azioni concrete e positive, e favorire un miglior senso civico. Con materiali di pulizia, mascherine protettive, e supporto tecnico fornito dal Comune di Roma, tramite l’AMA, condito con tanto spirito di gruppo, i residenti romani hanno iniziato a parlare in inglese e pulire tutte quelle scritte ed incomprensibili scarabocchi ovunque presenti nella città, molti dei quali erano già lì ai tempi della nascita della più giovane generazione dei volontari. Uno di loro, di 12 anni, ha detto “Non ho mai pensato a questo, semplicemente pensavo che le scritte dovessero stare lì”!

La maratona della scorsa domenica è stata solo la punta dell’iceberg. L’obiettivo del progetto “Retake Rome”  è di coinvolgere tutta la gioventù di Rome e comprende anche proposte in via di elaborazione che riguardano il mondo dell’educazione civica, e un concorso pubblicitario già iniziato, per coinvolgere gli studenti di tutte le età.  E’ solo con un approccio educativo pratico che la missione di questo progetto, di istillare senso civico nei giovani della nostra bellissima città, può realizzarsi. In pochi mesi, dal primo intervento di pulizia di quartiere del “Retake Rome”, volontari adolescenti  già ci riportano di essersi più divertiti nel rimuovere piuttosto nello scrivere sui muri.

Sin dal suo inizio, l’obiettivo del progetto è stato di cambiare i comportamenti attraverso l’educazione,  e il supporto del Comune sta aiutando il “Retake Rome” a tenere il passo con questo obiettivo. La dott.ssa Gisella Nozzetti (Coordinamento delle Politiche di Sicurezza del Comune di Roma), lancerà due progetti di pulizia con i giovani nel III e VIII Municipio e sta lavorando con il Retake Rome nella direzione tecnica delle  iniziative.  Il II e il VII Municipio hanno chiesto al Retake Rome di lanciare iniziative simili nel loro territorio.

Retake Rome sta organizzando un gruppo volontario per una giornata di pulizia a Trastevere in Aprile, ed un altro gruppo che si prevede agirà nel periodo estivo al Gianicolo. Retake Rome spera che i ragazzi siano coinvolti in tutti i munici di Roma- ed offre il suo supporto ad ogni gruppo di pulizia che abbia il 50 % dei suoi volontari di età inferiore ai 25 anni.

Come è iniziato tutto questo? Quando Rebecca Spitzmiller, residente a Roma, scoprì che con un economicissimo spray per pulire il forno ed olio di gomito si poteva rimuovere le indecorose scritte spruzzate da vandali, ossia, writers, che deturpavano tutte le proprietà private della città eterna, si rimboccò le maniche e trascorse tutto un sabato con suo figlio adolescente, a restaurare le colonne di travertino del suo condominio, infestate dalle scritte. Soddisfatta del risultato, le venne in mente di pulire anche il vicinato. Con la determinazione e il carisma di una “garibaldina”, Rebecca presto iniziò ad attrarre un largo numero di volontari (adolescenti e adulti),  ansiosi di unirsi sotto la sua guida e il suo entusiasmo, e di partecipare agli interventi di pulizia del Retake Rome che ella stava organizzando. Oggi, Rebecca è supportata da una commissione di entusiastici volontari.  Quello di cui il Retake Rome conta molto è di continuare ad attrarre il supporto di volontari e di rappresentanti delle amministrazioni locali per poter andare incontro alle crescenti richieste di azioni concrete nelle città di Roma. Per offrire supporto, o per ulteriori informazioni contattate il retakerome@aim.com.

Il Retake Rome è un’iniziativa apolitica, apartitica, non-profit   di cittadini comuni, che opera sotto gli auspici della Fondazione Giuseppe Garibaldi onlus-fondata e diretta da Anita Garibaldi- pronipote dell’”eroe dei due mondi”. La Fondazione Giuseppe Garibaldi ambisce non solo a preservare la storia del Risorgimento italiano, ma anche a incoraggiare lo spirito di iniziativa nei giovani nell’Italia di oggi. Il suo obiettivo si incarna e collima con quello del Retake Rome, ed è di promuovere il senso civico incoraggiando i cittadini ad intraprendere iniziative concrete attraverso progetti di servizio civile che coinvolgano i giovani.

Retake Rome è attualmente un’iniziativa autofinanziata dai volontari e vi sollecita donazioni private di Euro 15,00 per aiutare a sostenere i costi di acquisto dei materiali di pulizia per gli studenti volontari che stanno lavorando nei vari siti di proprietà privata della città. Un kit di pulizia (detergente, spazzola, guanti e mascherina) è necessario per ogni volontario.

 

 

 Rassegna Stampa

Corriere della Sera – 9 marzo 2010

Il Tempo – 15 marzo 2010

Il Messaggero – 15 marzo 2010

On Sunday morning March 14th more than 200 of Rome’s SPQR (youths and adults alike) flocked to Villa Borghese ”Pincio” to participate in the first citywide ”RETAKE ROME!” clean-a-thon to remove vandalish taggings and scribbles of adolescent “writers”  that continue to deface the recently repristined city park just as in all neighborhoods throughout Rome. The RETAKE ROME grassroots initiative, embraced by The American Woman’s Association of Rome, is being promoted by the Giuseppe Garibaldi Foundation to encourage citizens (young and old, Romans and foreigners alike) to take positive action and help create a better sense of civic pride. With cleaning materials, protective gear, and technical support provided by the City of Rome, together with lots of community spirit, residents started Speaking-up and Cleaning-up the vandalistic tagging and illegible scribbles ever-present throughout city, most of which has been around decades before the younger generation was born. One 12 year old volunteer on Sunday put it this way “I never thought about it very much – I just thought it had to be there.”   

Last Sunday’s Clean-A-Thon was only the tip of the iceberg. The aim of the RETAKE ROME project is to involve all of Rome’s youth and includes a whole realm of civic education proposals currently in the workings, including an ad-campaign contest already underway to involve students of every age . It’s only through an educational, hands-on approach that this project’s mission, instilling civic pride in the youth of the world’s most beautiful city, can succeed. In just the few months since RETAKE ROME’s very first neighborhood cleanup was initiated, young teen volunteers are already reporting back that removing tags can be LOTS more fun and personally rewarding than putting them on!  

 From its inception the project’s goal has been to change behavior through education, and the City’s support is helping RETAKE ROME keep pace with this target. Dott.ssa Gisella Nozzetti (Coordinamento Politiche della Sicurezza of the Comune di Roma) will be launching two clean-up projects with the youth in the 3rd and 8th Municipalities and is working together with RETAKE ROME to help direct these initiatives! The 2nd and 7th Municipalities have also asked RETAKE ROME to help them launch similar initiatives in their domain. RETAKE ROME is in the midst of assisting a volunteer group  direct an EARTHDAY clean-up in Trastevere in April, and another volunteer group with a summertime clean-up targeting Gianicolo. RETAKE ROME hopes to get kids involved in every district of Rome – and lends it fullest support to any clean-up group having 50% of its volunteer force under 25 years of age.  

How did this all start? When Rome resident Rebecca Spitzmiller discovered that inexpensive oven cleaner and elbow grease can remove the hideous tagging spray painted by vandals, i.e.  writers who deface across private property throughout the Eternal City, she rolled up her sleeves and spent a Saturday with her teenage son restoring the travertine columns of her apartment complex, which were full of taggings.  Delighted with the result, she made up her mind to clean up her neighborhood. With the determination and charisma of a “Garibaldina,” Rebecca quickly started attracting a large following of volunteers (teenagers and adults) eager to join her lead and enthusiasm participating in the RETAKE ROME community cleanups she was organizing.  Today, Rebecca is being supported by a dedicated committee of enthusiastic volunteers. What the RETAKE ROME movement is counting on is to continue attracting support from volunteers and administration decision-makers alike in order to meet the growing demands throughout Rome for taking action. To lend your support or get further information contact retakerome@aim.com

The RETAKE ROME initiative (an apolitical, non-sectarian, non-profit grass roots initiative) operates under the auspices of the (ONLUS) Giuseppe Garibaldi Foundation–founded and headed by Anita Garibaldi — great-granddaughter of Italy’s “Hero of Two Worlds”.  The Giuseppe Garibaldi Foundation aims not only at preserving the history of the Risorgimento but also at fostering the spirit of leadership among youth in today’s Italy. Its goal – exemplified and paralleled in that of RETAKE ROME! – is to promote civic pride by encouraging responsible citizens to take positive action through community service projects that involve young people.

RETAKE ROME is currently an unsponsored volunteer initiative and solicits private donations of €15 to help defray the costs of providing cleaning materials to the student volunteers who are working on clean-ups sites throughout the city (private property). A cleaning kit (detergent, brush, gloves and mask) is needed for every student pitching in to help.